top of page

Bentornata primavera!


È arrivato quel periodo dell'anno in cui la luce del sole diventa più calda, le giornate si allungano e tutto sembra rinascere dopo il sonno invernale. È un momento magico, carico di speranza e promesse di nuovi inizi.


Come la natura, anche noi sentiamo l'energia primaverile che ci avvolge. Le giornate più lunghe ci donano un senso di vitalità e rinnovamento, proprio come gli alberi che germogliano e i fiori che sbocciano. È come se la natura stessa ci invitasse a risvegliare la nostra vitalità interiore!


Ma la primavera non agisce solo sulla nostra energia; influisce anche sul nostro umore, il sonno, il sistema immunitario e persino sulla nostra digestione.

Possiamo trarre ispirazione dall'osservare il ciclo della vita che ci circonda, adattandoci di conseguenza e prendendoci cura del nostro benessere in modo naturale e armonioso.


cosa ci succede quando arriva la primavera?


Il cambiamento stagionale può influenzare il modo in cui ci sentiamo fisicamente ed emotivamente, ad esempio:


  1. Aumento dell'acqua nel terreno e nell'aria: Con l'arrivo della Primavera, c'è spesso un aumento dell'acqua nel terreno a causa dello scioglimento delle nevi e delle piogge primaverili. Questo può influenzare la qualità dell'aria, aumentando l'umidità e contribuendo alla presenza di allergeni come i pollini.

  2. sbalzi della temperatura esterna: La Primavera porta con sé sbalzi di temperatura, con giornate che possono essere calde e soleggiate o fresche e piovose. Questi cambiamenti improvvisi di temperatura possono influenzare il nostro corpo, portando a sbalzi di temperatura interna ed esterna.

  3. Pollini e allergeni: in questo periodo dell'anno molti alberi, fiori e piante iniziano a fiorire, rilasciando polline nell'aria. Questo può causare allergie stagionali e sintomi come starnuti, congestione nasale e prurito agli occhi per coloro che sono sensibili agli allergeni.

  4. il ritorno dell'ora legale: Il passaggio all'ora legale può influenzare il nostro ritmo sonno-veglia e il nostro orologio biologico interno. Questo cambiamento può richiedere del tempo per adattarsi e può influenzare la qualità del sonno e il nostro stato di veglia durante il giorno.

  5. Effetti sul benessere emotivo: il cambio di stagione può avere anche effetti sul nostro benessere emotivo. Molte persone possono sentirsi più energiche e ottimiste con l'aumento delle ore di luce solare e il miglioramento delle condizioni meteorologiche. Tuttavia, per alcune persone, i cambiamenti stagionali possono anche provocare sintomi di stanchezza, irritabilità o depressione stagionale.

In sintesi, l'arrivo della Primavera porta una serie di cambiamenti ambientali che possono influenzare il nostro corpo fisico e emotivo. È importante essere consapevoli di questi cambiamenti e adottare strategie per mantenere il benessere durante questa transizione stagionale.


la primavera e il ritorno delle allergie


Con l'arrivo della stagione primaverile, gli allergeni diventano protagonisti, tra cui polline di alberi, erba, spore di muffa e acari della polvere. Questi micidiali allergeni possono scatenare reazioni allergiche, rendendo la vita difficile per chi soffre di allergie. Quando le piante rilasciano il loro polline nell'aria, questo finisce nel nostro naso e il nostro sistema immunitario, pensando di essere sotto attacco, inizia a liberarsene. Il risultato? Starnuti senza fine e una sensazione di irritazione nasale costante.


Le allergie primaverili possono anche portare a un eccesso di muco, causando naso che cola o gocciolamento retronasale. E chi potrebbe dimenticare quel fastidioso prurito alla gola che ci fa tossire o ci dà la sensazione di avere costantemente un qualcosa che ci irrita?


Insomma, il costante drenaggio delle mucose può causare non solo fastidi come mal di gola e tosse, ma anche una generale sensazione di disagio che rende la primavera un momento impegnativo per coloro che lottano con le allergie.


Che siate amanti della primavera o suoi avversari, è importante prendersi cura di sé stessi durante questa stagione, cercando modi per alleviare i sintomi allergici e godersi al meglio i giorni più caldi e soleggiati.


Se hai mai sofferto di allergia primaverile, sicuramente conosci bene il fastidio del prurito agli occhi durante questa stagione! Ma da oggi, sai contro chi puntare il dito: tutte "colpa" delle istamine! Queste sostanze chimiche vengono rilasciate dai mastociti, le nostre difese immunitarie, quando individuano un invasore come il polline. Ecco perché ci sentiamo così strani: le istamine causano gonfiore e infiammazione agli occhi, e voilà, ecco perché lacrimiamo e ci prudono gli occhi! È come se il nostro corpo stesse cercando di difendersi da questa "minaccia" esterna, anche se a volte può risultare un po' fastidioso! La natura ha modi davvero sorprendenti per proteggerci e mantenerci al sicuro, anche se a volte può sembrare un po' strano.


Aromaterapia per alleviare le allergie


Se usati correttamente, gli oli essenziali possono aiutare ad alleviare i sintomi dell’allergia e fornire un senso di sollievo. Ecco come puoi utilizzare l'aromaterapia per lenire le allergie primaverili:


Olio di lavanda per lo stress indotto dalle allergie:


Le allergie possono mettere a dura prova il tuo benessere mentale. Ma sai cosa può aiutare a portare un po' di sollievo? L'olio essenziale di lavanda! La lavanda è famosa per le sue proprietà calmanti che possono aiutare a ridurre lo stress e promuovere un senso di rilassamento. Durante la stagione delle allergie, la lavanda può essere un alleato prezioso grazie alla sua capacità di calmare e ridurre l'infiammazione. È stato dimostrato che questo meraviglioso olio essenziale può ridurre l'infiammazione allergica e l'ingrossamento delle cellule mucose, alleviando così i fastidi tipici delle allergie primaverili. [1][2]


In uno studio su 129 attacchi di mal di testa, ben il 92% ha risposto interamente o parzialmente alla lavanda. Una percentuale così alta rispetto al gruppo placebo dimostra l'efficacia di questo fantastico olio essenziale contro il mal di testa. [3]


Ecco alcuni modi per utilizzarlo:

  1. Diffusione : Diffondi l'olio di lavanda nella tua camera da letto per creare un ambiente tranquillo e rilassante che favorisce un sonno ristoratore.

  2. Applicazione topica: Diluisci alcune gocce di olio di lavanda con un olio vettore e applicalo sulle tempie e sui polsi per alleviare lo stress durante il giorno. Oppure crea un rullo di supporto stagionale mescolando 3 gocce di lavanda, 3 gocce di limone e 3 gocce di olio essenziale di menta piperita in un rullo da 10 ml con olio vettore. Applicalo sul collo, sul petto e sulle spalle quando cerchi un sostegno extra.

la prossima volta che ti senti sopraffatto dalle allergie, perché non concederti un po' di tranquillità con la lavanda? Potrebbe fare davvero la differenza nel tuo benessere generale.


Olio di menta piperita per la congestione sinusale


L'olio essenziale di menta piperita è eccellente per alleviare la congestione sinusale, un sintomo allergico comune. Uno dei principali costituenti chimici dell’olio essenziale di menta piperita è il mentolo. Il mentolo crea un effetto somatosensoriale che agisce come un analgesico naturale grazie al suo effetto rinfrescante. La menta piperita può essere utile per alleviare la tensione e fornire sollievo calmante per le allergie autunnali se inalata. [4] Ecco come usarlo:

  • Inalazione: mettere una goccia di olio di menta piperita su un fazzoletto o un panno e inalare profondamente per liberare i passaggi nasali.

  • Bagno di vapore: crea un bagno di vapore utilizzando la ricetta seguente. **Gli oli essenziali sono idrofobi e non si mescolano con l'acqua, pertanto non aggiungere mai gli oli essenziali direttamente all'acqua del bagno e utilizzare sempre un disperdente adeguato. Non sei una persona da bagno? Aggiungi qualche goccia di olio di menta piperita sul pavimento della doccia mentre fai la doccia per un'esperienza rilassante e anticongestione.


Alcuni modi per utilizzare questi oli: 

  • diffondere nell'aria

  • usali nei prodotti da bagno e spa

  • applicare sulla pelle (diluito)

  • fare uno spray per la stanza e spruzzare nell'aria

  • utilizzare nella preparazione di un olio da massaggio, lozione o balsamo

Miscele di oli essenziali per supportare le allergie in questa stagione:

  • 2 gocce o.e Lavanda + 2 gocce o.e Limone + 2 gocce o.e Menta Piperita

  • 3 gocce o.e Eucalipto + 2 gocce o.e Rosmarino + 3 gocce o.e Menta Piperita

  • 3 gocce o.e Maggiorana + 2 gocce o.e. Abete + 2 gocce o.e. Alloro foglie




Considerazioni sulla sicurezza:

Sebbene l'aromaterapia possa essere uno strumento efficace per alleviare le allergie, è fondamentale utilizzare gli oli essenziali in modo sicuro:

  • Utilizzare oli essenziali di alta qualità provenienti da una fonte attendibile.

  • Diluire sempre gli oli essenziali con un olio vettore prima di applicarli sulla pelle.

  • Esegui un patch test per assicurarti di non avere reazioni avverse a un olio essenziale.

  • Consultare un operatore sanitario, soprattutto se si soffre di allergie gravi o di condizioni mediche di base.

  • *Nota: non è consigliabile applicare l'eucalipto (ricco di cineolo) sul o vicino al viso di neonati o bambini di età inferiore a 10 anni. L'Associazione Nazionale di Aromaterapia Olistica sconsiglia l'uso di olio di menta piperita su bambini di età pari o inferiore a 30 mesi.

  • *Fai attenzione agli oli essenziali fotosensibili. La fotosensibilizzazione è una reazione a una sostanza applicata sulla pelle che avviene solo in presenza di luce UV. Alcuni oli essenziali contengono furocumarine, una classe speciale di componenti che possono causare fotosensibilizzazione della pelle. Le furocumarine più comunemente presenti negli oli essenziali sono il bergaptene e l’ossipeucedanina. La maggior parte degli oli essenziali fotosensibili sono di agrumi, ma altri oli contengono composti o miscele di composti che hanno lo stesso effetto, il che significa che non sono neanche protetti dal sole. Alcuni oli con cui prestare attenzione sono limone, lime, arancia, pompelmo, bergamotto, mandarino, ruta e cumino (e miscele contenenti questi oli).


Disclaimer: questo blog ha esclusivamente scopo informativo generale. Il contenuto di questo blog non intende sostituire la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale. Le informazioni fornite su questo blog sono solo a scopo informativo generale e non devono essere considerate come consulenza professionale o sostitutive di consulenza medica.



Bibliografia Scientifica


  1. Ueno-Iio T, Shibakura M, Yokota K, Aoe M, Hyoda T, Shinohata R, Kanehiro A, Tanimoto M, Kataoka M. L'inalazione di olio essenziale di lavanda sopprime l'infiammazione allergica delle vie aeree e l'iperplasia delle cellule mucose in un modello murino di asma. Scienza della vita. 2014 17 luglio;108(2):109-15.

  2. Koulivand PH, Khaleghi Ghadiri M, Gorji A. Lavanda e il sistema nervoso. Complemento Evid Based Alternat Med. 2013;2013:681304.

  3. Sasannejad P, Saeedi M, Shoeibi A, Gorji A, Abbasi M, Foroughipour M. Olio essenziale di lavanda nel trattamento dell'emicrania: uno studio clinico controllato con placebo. Euro Neurol. 2012;67(5):288-91.

  4. Herro E, Jacob SE. Mentha piperita (menta piperita). Dermatite. 2010 novembre-dicembre;21(6):327-9. PMID: 21144345.

コメント


bottom of page