top of page

Quando parliamo di una pianta aromatica, intendiamo una pianta con un particolare aroma/gusto che viene utilizzata principalmente in ambito culinario. Ma piante come il peperoncino e lo zenzero, per citarne alcune, vengono utilizzate anche in altri ambiti grazie a delle proprietà che gli vengono attribuite. Si può quindi non solo dire che queste piante sono aromatiche ma che sono anche Officinali.


Ma che cosa significa?


La parola "Officinale" deriva dal termine latino Officium, con il quale si indicava l'officina dove in passato venivano trasformate le erbe.

Quindi termine "Piante Officinali" raggruppa tutte le specie vegetali (spontanee e coltivate), che possono essere utilizzate per diversi scopi a prescindere dal fatto che queste piante abbiano o meno proprietà di tipo medicinale dimostrate.


Completamente diverso è definire una pianta "medicinale". Per essere il più precisi possibile riportiamo la definizione che da l'Organismo Mondiale della Sanità.

Con il termine di pianta medicinale si intende ogni vegetale che contiene in uno o più dei suoi organi sostanze che possono essere utilizzate a fini terapeutici o preventivi, o in grado di svolgere precise e definite modifiche nella fisiologia dell'organismo.


Forse tra di voi c'è qualcuno che ha sentito parlare anche delle piante allimurgiche.

Questo termine deriva dalla fusione delle parole latine "alimento" e "urgentia" ovvero: cibo d'urgenza. Si tratta di tutte quelle specie vegetali, che venivano impiegate come alimento nel passato.


In altri articoli entreremo nel dettaglio della storia e delle caratteristiche di queste tipologie di piante. Per il momento ricordiamoci che parlare di piante Aromatiche, Medicinali e Allimurgiche significa parlare di piante con usi ben definiti.





Commentaires


bottom of page