Il Trifoglio Pratense

Per la nostra rubrica #isegretidelleerbe oggi vi raccontiamo qualcosa sul Trifoglio pratense


Origine


Di non antichissima coltivazione, giunse in Europa probabilmente attraverso la Spagna


da molti considerata solo "erbaccia" è in realtà una pianta importantissima grazie alle sue innumerevoli proprietà


la tradizione greca e romana assegnavano alla pianta il potere di guarire i morsi di serpenti e scorpioni, da sempre rappresentazioni del demonio


Venerato dai Druidi, eletto a simbolo della Trinità e della Salvezza nell'iconografia cristiana, in Europa divenne segno di fortuna e prosperità


Nel giorno di S. Giovanni, in Francia, le giovani fanciulle, erano solite cercare nei fiori di trifoglio la conferma dell'amore.. proprio come si fa con le margherite!


Coltivazione


Semina primaverile

Pianta biennale

Sopporta bene il freddo


Proprietà


Grazie al suo potente effetto antiossidante, purifica il sangue e contrasta i radicali liberi


fa parte di quella classe di piante chiamate "amiche delle donne" in quanto:

allevia i sintomi della sindrome premestruale

Stimola la mineralizzazione ossea, aiutando a curare e prevenire l'osteoporosi

contrasta la menopausa


Ma come vi abbiamo già accennato, parleremo nel dettaglio delle proprietà delle piante più avanti


Usi


Il sapore è come il prezzemolo e le foglie si prestano ad essere consumate crude in insalata o cotte con altre erbe. Ottimo da abbinare a risotti, paste o pesce


E’ una pianta mellifera


principalmente viene coltivato per la produzione di foraggio destinato all'alimentazione del bestiame